4x Calcio Tempo › Giochi di Calcio

4x Calcio Tempo


4x Calcio TempoDescrizione Del Gioco

4x Calcio Tempo, 4x Calcio Tempo gioco, 4x Calcio Tempo gratis, Giochi 4x Calcio Tempo

4x Calcio Tempo Gli ho detto che il cane era morto Ne abbiamo affrontato insieme la cosa. Mi ha fatto piacere la loro reazione. Hanno pianto. Mi ha fatto piacere il loro modo di affrontare la cosa, le parole che hanno detto, il loro modo di elaborare giochi Ho capito che era una cosa positiva. Ho iniziato a ragionare da genitore: molte cose Nche non crederesti positive invece lo sono. Perché un cane che muore è un’opportunità Ndi affrontare la morte coi tuoi figli. Sono le prove generali Nin vista della nonna. È così! Il cane muore, ne parli, elabori il lutto. In seguito dirai: Vi ricordate quello Nche avevamo detto del cane? Bene, quindi giochi NOra è la nonna. La stessa cosa. NEsatto. Bene. Andate Na lavarvi i denti. Avevo un cane, da piccolo. Mi odiava. NE la cosa mi feriva. È una storia vera. NIl mio cane mi odiava. Avevo sempre desiderato un cane, avevo Nanni e imploravo mia madre di prenderne uno. E lei rispondeva: Ne avevi uno quand’eri Npiccolo ed è morto. Va bene così. Alla fine mi disse: Avrai un cane Nse terrai pulita la tua stanza per un mese. Io ero felicissimo, perché Npensavo: Avrò un cane. Lo dissi ai miei amici: NAvrò un cane. Devo soltanto tenere pulita Nla mia stanza per un mese. Durai circa una settimana, Npoi andò tutto a puttane. Non ce la facevo: ci provavo per N- giorni, ma non ci riuscivo. Ero tristissimo. Ho anni e già so Nche la mia vita sarà una merda, perché non so fare niente. Alla fine mia madre mi disse: Prendiamo ‘sto cane: stai Nmandando tutti in depressione. Quindi prese un cane. Il cane mi guardò e Nmi odiò a prima vista. Mi impegnai tantissimo per Nprendermi cura di quel cane. Ero gentile con lui e lui continuava Na odiarmi, era questo che mi feriva. Perché evidentemente odiava proprio Nla mia persona, nel profondo. Si capiva cosa provava, Nperché era molto espressivo. Era un terrier, quindi Naveva le sopracciglia. Entravo in una stanza e lui faceva: NOh , non ce la faccio! E se ne andava! Lo portavo a spasso e Ndovevo usare il guinzaglio. Io non volevo Nusare il guinzaglio. Volevo essere uno di quei Nragazzi fighi,


Commenti