Faster Calcio Di Punizione › Giochi di Calcio

Faster Calcio Di Punizione


Faster Calcio Di PunizioneDescrizione Del Gioco

Giocare online Faster Calcio Di Punizione gratis Giochi gratuiti

Tutto a posto? Sì, tutto a posto. Bene. Possiamo fare cinque minuti di pausa? Il dovere chiama. Certa gente non ha classe. Parlami in spagnolo. Parla. Vuoi scoparmi? Mi fai vedere cosa sa fare un vero cowboy? Dai. No! Non lì! Non è il tuo compleanno. Che cavolo. Perché devo ripetertelo tutte le dannate volte? E tu perché sei così bacchettona? Devi sempre Sei brava solo a parlare! Sei un maiale. Gina? Apri la porta. Gina, , non lasciarmi così. Gina! E va bene. Allora fottiti! Certo, mi fotto da sola! Vaf. Ho lasciato i vestiti! Mi dispiace. Voglio solo salvare mia moglie. Ti prego. Aiutami. Sei una donna. Riesci a immaginare cosa sta passando mia moglie? Cosa potrebbero farle? Stai tranquillo. Sarò rapida. Quindi, in quanto donna, dovrei essere più tenera? Dovrei stare agli ordini? La pensi come tutti gli altri maschi stronzi del pianeta? Ora che ne dici, verme schifoso? Gina, sono io. Sto entrando. Ah, siamo a questo punto? Non mi rispondi neanche se cerco di chiederti scusa? Senti, io Lo so, ho fatto una cazzata. È che a volte non controllo l’effetto che mi fai. Capisci? La colpa è tua quanto mia, . Scusami. Mi dispiace. Scusa, non volevo scaricare la colpa su di te. È che Dimmi qualcosa. Anche due parole. Fammi sentire la tua voce. Ragazza, di’ qualcosa o butto giù la porta. Non puoi mancarmi di rispetto così. Basta. Ora entro. VAI VIA Sai come farmi male, sai? Basta. Ho chiuso con quella stronza. Stavolta dico sul serio. Ho chiuso, ! Cosa faccio di male? La tratto bene. Le faccio i regali. Che c’è? Non è abbastanza? Rispondimi! Sei uguale a lei. Andremo all’inferno, Worm. Io e te. È il prezzo da pagare per le cazzate che facciamo. Non volevo ucciderla. Volevo solo spaventarla. Volevo solo spaventarti. Scusa. Ehi, non essere triste. Ora è in un posto migliore. È in garage. Posso avere da bere anch’io? Guarda chi sta tornando in sé. Alle femmine. Bisogna amarle. A Patrick. Che era proprio come te. Si chiedeva sempre se lo amavo abbastanza. Lo amo. Lo amavo. Avrei dovuto dirglielo più spesso. A mio marito. Che non ha mai fatto male a nessuno.


Commenti