Moto Magnate 3 › Giochi di Calcio

Moto Magnate 3


Moto Magnate 3Descrizione Del Gioco

Moto Magnate 3, Moto Magnate 3 gioco, Moto Magnate 3 gratis, Giochi Moto Magnate 3

Moto Magnate 3 ma c’è un’enorme differenza tra Iran e Iraq. Un ragazzo s’è arrampicato dentro e gli hanno dato mesi. Cosa? Soltanto mesi? Lo faccio anch’io. Avresti mesi per la tua lussuria e ti darebbero le circostanze attenuanti. Ma a me, se andassi lì dentro, darebbero anni, per aver simulato la lussuria, perché in realtà avrei voluto soltanto istigare le prigioniere alla sovversione e al sabotaggio! Iran! Ma tu hai udito Iraq! Iraq! Come suo capolavoro, Dio fece il corpo femminile. Ce n’è da attirare le mani e gli occhi di un uomo. Iran, ti ripeto! Non ti costa nulla. Solleva soltanto la testa e vedrai il cielo. Kant camminando per Konigsberg scriveva: “Due cose riempiono l’animo di ammirazione e venerazione sempre nuova e crescente, quanto più spesso e più a lungo la riflessione si occupa di esse: il cielo stellato sopra di me e la legge morale in me. Ciò che accade lassù distrugge la mia dignità e io mi vedo come una bestia. Ma la legge morale aumenta infinitamente il mio valore, rendendomi indipendente dal mondo dei sensi” Sì, sì, sì! Questa è la gloria dell’uomo! La sua testa piena di ideali, i suoi piedi impantanati nella merda! La vittoria è una grande cagata! PRODUTTORE DI TINOZZE BREVETTATE Non svegliare i bambini! Puzzi d’alcool. Avevi un appuntamento? Venousek, vieni da papà. Bene. I bambini saranno sorpresi. Papà vi darà una sorpresa. Resta fermo, Venousek! Alza le mani, Venousek! Ora apri gli occhi! Sì! Sai chi te l’ha comprato? Il mio papà. E ora chiudi gli occhi, Venousek! Sì! Sai chi te l’ha comprato? Il mio papà. Ho un nuovo vestito, guardate! Comprerò qualcosa anche a te. E anche a te Giochi comprerò un vestito alla marinaresca. E a te Giochi comprerò di tutto. Perché sono il vostro papà. E’ vero, sto facendo dell’acciaio invece di tinozze brevettate. ma ad ogni bravo papà piace comprare delle cose per i suoi bambini. Terezka! Uno, due, tre! Ecco il cioccolato, le sigarette e la carta da lettere. Grazie. Davvero tu non vuoi nulla? Vuoi sentire la mia poesia: “Come la figlia di un minatore ha dimenticato” “le


Commenti