Peine De Roi Avventura › Giochi di Calcio

Peine De Roi Avventura


Peine De Roi AvventuraDescrizione Del Gioco

Peine De Roi Avventura, Peine De Roi Avventura gioco, Peine De Roi Avventura gratis, Peine De Roi Avventura Giochi

Come ho potuto essere così dannatamente stupida da credere che ti saresti preso cura di lui? Dovevo saperlo, che non mi potevo fidare di te. Mi fermai accanto al suo letto, ma non ebbi la forza di svegliarlo. Mille volte avrei voluto rivivere quel giorno per poterlo cambiare. Ti aspetta un lungo viaggio. Cosa pensi di fare? Non posso tornare a Sahlgrenska, ora. Mi darò malata per un po’. Un paio di giorni, così potrò ricontrollare anche le cose di mamma. Maledizione, Jens! Maledizione! Salve? Salve? Ciao. Scusi. Forse mi può aiutare. Mi scusi, potrebbe dirmi dove posso trovare Lamberts? Mi scusi, chiedeva di Lamberts? Sì, ci sono stata molto tempo fa. Deve tornare sulla principale. Dopo pochi chilometri raggiunge una stalla. Lo troverò. Grazie. Ciao. Ciao. Ci sono i tuoi genitori a casa? Ciao. Sto cercando Oskar Lamberts. Sì. Era mio padre, è morto quasi dieci anni fa. Mi dispiace. Posso allora comprare delle uova? Sì, di qua, vieni. Mio padre era considerato un chiaroveggente. Poteva vedere le cose. Suppongo che sia per questo che sei qui. È morto da molto tempo, ma la gente continua a venire. In realtà volevo scusarmi. Con Oskar. Perché? Beh… Tempo fa l’ho picchiato. Ero arrabbiata. Non sarebbe dovuto accadere. Io so chi sei. Julia Davidsson. Giusto? Tuo figlio era scomparso. Chiesi a Oskar di dormire nel letto di Jens e di vederlo nei suoi sogni. Per scoprire cosa fosse successo a Jens e per aiutarci a trovarlo. Mio padre aveva una capacità speciale. Mi ricordo. Lui sognò che tuo figlio Jens era morto, giusto? Sì. Ed io ero completamente sconvolta. Non volevo crederci e lo colpii, dritto in faccia. Volevo scusarmi. Mio padre parlò molto spesso di quel sogno. E che il bambino non era annegato come tutti dicevano… ma che era successo qualcosa nella nebbia, sulla piana calcarea. Non riusciva a vederlo bene. Ma c’era un uomo nel sogno. Un uomo? Sai chi era? Come era fatto? No, lui… Disse solo che era un uomo pieno di odio. Questo è ciò che disse. Un uomo pieno di odio. Mamma! Nils Kant. Morì a l’Avana nel ? Sì, nessuno dei trasportatori volle portarlo, così andammo a prenderlo. Presumo che Vera Kant fosse qui. C’erano altre persone? No. Lei era l’unica persona in lutto. Non l’avevo mai vista prima in chiesa. Piangeva, ma non sembrava disperata. Sì, era pesante. Alcuni pensavano che la bara fosse vuota, ma pesava come una roccia. Forse erano pietre. Sì, forse. Forse un giorno, scavando, si potrà verificare. Julia? Astrid! No, ma… ciao. Ciao. Ma quanto tempo… Eh, sì. Mi ha invitato a pranzo al Moby Dick. Interessante. Il piatto del giorno erano le lasagne. Non erano molto buone, ma Lennart non sembrava male. Sì, lui è un brav’uomo. Peccato che viva da solo. Ma ha una sua storia. Cioè? L’ufficiale a cui Nils Kant sparò sul treno era il padre Lennart. Cosa? Era il padre di Lennart? Nils Kant ha davvero complicato le cose. Non c’è da meravigliarsi delle storie che si raccontano di lui alla sera. Alcuni pensano che rubò un sacco di oro ai tedeschi. Un tesoro con il quale visse da ricco in America. Altri credono che non abbia mai


Commenti