Piccolo Super Calcio › Giochi di Calcio

Piccolo Super Calcio


Piccolo Super CalcioDescrizione Del Gioco

Piccolo Super Calcio, Piccolo Super Calcio gioco, Piccolo Super Calcio gratis, Piccolo Super Calcio Giochi

Lavoriamo al campeggio. Ned scherzava. Certo, solo giochi Zitto, Cochise. Vi ha assunto Steve Christy? Vi paga per questo? Bella moto. Hai fumato, ragazzo? Fumare? Non fumi. Fa venire il cancro. Sei sceso da una nave spaziale? Oro colombiano. Erba. Hashish. Marijuana. Di cosa sta parlando? Non fare il furbo. Io? Sono il più stupido possibile. Non un’altra parola, capito? Non abbiamo fatto niente. Stiamo sistemando il posto. Per cosa? Possiamo fare qualcosa per lei? Sto cercando qualcuno. Chi sarebbe? Si chiama Ralph. II pazzo della città. Non ci sono pazzi qui intorno. T’ho detto di smetterla, Tonto. Ho saputo che Ralph veniva qui giochi a predicare. Non abbiamo visto nessuno. Solo noi. Questo Ralph. È pericoloso? Ogni volta che si ubriaca, fa il predicatore. Io passo la mattina in tribunale e lui una settimana in galera. Moto Due, dove sei? Rispondi, Moto Due. Sono Dorf. Sono al campeggio Crystal Lake. Passo. Torna indietro, Dorf. II capo ti vuole in città. Ricevuto. -. Arrivo. Passo. Mai lasciare aspettare il capo. Voi ragazzi state lontano dai guai. Mi rivedrete se non Io farete. Non ci piacciono le stravaganze da queste parti. Sono un messaggero di Dio. La vostra sorte è segnata se restate. Questo posto è maledetto. Maledetto. Ha la maledizione della morte! Chi è lei? Cosa vuole? Dio mi ha mandato. Vattene, amico! Dovevo avvertirvi. Morirete se resterete. Andatevene. Andatevene! Abbiamo incontrato Ralph. Dio, Cosa succederà ora? La vostra sorte è segnata. Morirete tutti. Chi Io vuole al sangue? Io. Come fate a mangiarli? Sembrano animali morti. Animali morti? Sono i vecchi dipendenti. Cannibali! Se usate questa roba le proteine non vi mancheranno. Peccato non ci sia Annie. Doveva essere una brava cuoca. Non aspettatevi che cucini io. Le squaw si ribellano. Problemi? O è la lampadina o manca la corrente. È un po’ buio qui dentro. Steve mi ha insegnato a usare il generatore d’emergenza. La corrente manca spesso. Ti piace quel parlare da macho? Generatore d’emergenza. Vuoi darmi una mano? Sì. Aspettatemi. Controlli gli hamburger? Certo. Bruciali. Credi che si arrabbierà? Non Io so. È come quello del capanno di mio zio nel Maine. Beh, ecco qua. Che pezzo d’antiquariato. Che miracolo! Salve? Posso aiutarla? Dov’è? Dov’è? Andiamo. Vengo, vengo. Si sta alzando il vento. Ha virato di gradi. Mi fa venir voglia di stringermi a te. E Ned? Io non amo Ned. Si comporta come un cretino. Neddy! Non chiamarlo. Credevo volessi fargli giochi una delle tue ramanzine. Senti, Neddy farà quello che Neddy vuole fare, capisci? Arriva il temporale. Si abbatterà su quella valle come un figlio d’un cane. Ho sempre avuto paura dei temporali. No. Davvero? Ho fatto questo sogno cinque o sei volte quando c’erano temporali giochi e piove davvero forte. Sento come dei sassolini che cadono a terra. Li sento e mi tappo le orecchie con le mani, ma non funziona. II rumore diventa sempre più forte. Poi la pioggia diventa sangue giochi e il sangue scorre via in rivoletti giochi e poi il rumore smette. È solo un sogno. Lo so. Lo chiamo il “sogno doccia”. Ehi, ehi.


Commenti