Pou Giocoleria Calcio › Giochi di Calcio

Pou Giocoleria Calcio


Pou Giocoleria CalcioDescrizione Del Gioco

Pou Giocoleria Calcio, Pou Giocoleria Calcio gioco, Pou Giocoleria Calcio gratis, Giochi Pou Giocoleria Calcio

Pou Giocoleria Calcio Non posso essere coerente fino in fondo, dottoressa? È tutto? Sì. Penso che si risolverà tutto presto. Mi riferisco ai piedi. E alla dieta. Sì, sto pensando di diventare sikh. Il governatore potrebbe avere qualche obiezione da fare. Dottoressa, sa cosa facevo con la mia ragazza? Fai l’insolente, Archer? Le tenevo la mano. Ci tenevamo per mano. Hai finito, Archer? Devo lavorare. Sì, credo di sì. Devo passare il tempo in un modo o nell’altro. Dottoressa, l’ultima volta che sono stato in isolamento sette giorni tutto solo, signora, dopo molto insistere mi diedero, oltre alle botte, anche un libro. Era la Bibbia. Bene, non ti avrà fatto male. Era scritta in slavo e purtroppo nella cella mancava un interprete. Questo dimostra, Archer, che il Cristianesimo è universale. Continui a scrivere, dottoressa. Dunque, Carlin, qui comando io, e tu sei morto se non righi dritto. Levatevi di mezzo. Me ne frego di chi è il capo. Non cerco rogne. Quindi sparite e lasciatemi in pace, va bene? Adesso ti diamo una lezione, bastardo! Slasher. Guardalo. Ha fatto un incubo. Ne farai altri, Carlin, se non tieni chiusa quella maledetta bocca! Qui non comandi tu. Carlin. Sì, signore? Cosa ti è successo alla faccia? Sono caduto, signore. Dove? Silenzio! Rispondi a tono. Qualcuno ti ha pestato, eh? Rispondi! Qualcuno ti ha pestato? No, signore. Ti conosciamo bene, figliolo. Chi è stato? Sono caduto, signore. Dalle scale. Non sono abituato ai gradini di cemento. Colpa mia. Niente trucchetti, qui, amico. Hai capito? Sissignore. Se succede un’altra volta sei nei guai, seri. Hai capito? Sissignore. Allora muoviti, ladro di polli. Muoviti! Ti faccio rapporto dal governatore! , Jackson, signore. Sei in ritardo? No. Eravamo in troppi in cucina e mi hanno mandato qui. Allora inizia a spalare. Stai attento! I miei capelli. Fai silenzio, Jackson! Credi di essere dal parrucchiere? Ma li ho lavati stanotte, signore. Zitto, frocio, e continua a spalare. Signore? Cosa c’è, Angel? Posso andare al gabinetto, signore? No, non puoi. Spala. Ma sto per scoppiare. Continua a spalare!


Commenti