Ragazza Di Migliore Veloce Calcio › Giochi di Calcio

Ragazza Di Migliore Veloce Calcio


Ragazza Di Migliore Veloce CalcioDescrizione Del Gioco

Giocare online Ragazza Di Migliore Veloce Calcio gratis Giochi gratuiti

quella dei padri, i quali forse poi si sarebbero incontrati, avrebbero fatto pace, forse no. Fatto sta che non ne ebbero il tempo perché il tempo è galantuomo, ma a volte è carogna. Poco dopo la lite il padre di Gaetano morì all’improvviso. Da quel momento rimorsi, accuse e dolore avvelenarono le due famiglie. E la matassa Geraci iniziò a ingarbugliarsi. Io non ho mai capito da che parte stesse la verità, ma ho capito che a ricadere di padre in figlio non sono solo le colpe, ma spesso anche la stupidità. Perdiamo anni a cercare di sbrogliare le matasse e a nessuno viene in mente la cosa più semplice: tagliare i fili, buttare via la matassa. Questo Gaetano e Paolo forse lo devono ancora capire. Ti dico che la parte gliel’abbiamo pagata! Quel giorno tuo padre gli ha chiesto l’ennesimo prestito! E allora? Quando uno è fratello, è fratello sempre! Glieli doveva dare! Mio padre era nei guai! E comunque io con te pace non la posso fare. Perché? Mia madre non vuole. D’altronde ce l’avete insegnato pure voi, Don Gino. “Onora il padre e la madre”. Quando hanno ragione. E infatti mia madre ha ragione. Paolo! Paolo! Guarda che se non paghiamo entro giorni, mi ammazzano! Così capisci cosa significa avere i giorni contati. Va be’, vattene, siete abituati a lasciare le persone nei guai! BRUSIO Cinese: Signor Paolo! Finalmente tu uomo libero! Non più lavora lavora! Beato tu! Vuoi venir mangiare qualcosa? Con le forchette però. MUSICA IN SOTTOFONDO E poi lui non ha voluto caparra, non ha voluto vender l’albergo. Vuol dire che deve andare a truffare qualcun altro, che ne so. Mio cugino è un truffatore. Come lo conosco io, non lo conosce nessuno. Mi ha sempre truffato, fin da piccoli, col gioco delle tre carte. Anzi stai attento pure tu: quello ti ruba pure il ristorante. Stai attento! Ti saluto. “Angioletto del Signore, che mi guardi a tutte l’ore,” “angioletto del buon Dio, fa’ che cresca buono e pio”. E tu come fai a conoscerla? Tuo cugino mi ha fatto testa grande. Poi giocavate sui ginocchi dei vostri genitori. Ma lui e te siete uguali.


Commenti