Spongebob Sbattere Sluggers › Giochi di Calcio

Spongebob Sbattere Sluggers


Spongebob Sbattere SluggersDescrizione Del Gioco

Spongebob Sbattere Sluggers, Spongebob Sbattere Sluggers gioco, Spongebob Sbattere Sluggers gratis, Giochi Spongebob Sbattere Sluggers

Spongebob Sbattere Sluggers Tigri in Africa? Sei matto? L’ho fatto io. L’ho usato come modello. Qui c’è il mondo e lì l’Europa. Niente male, eh? Ti piace camera mia? L’ho decorata da solo. Preferivo quella che avevo prima. Avevo un giradischi e un registratore. E anche delle cartoline sui muri. Perché non sei rimasto lì? Hai litigato con tuo padre? O con tua mamma? Conosci tua madre? Raoul, basta chiacchierare. Il ragazzo è stanco. A dormire. Non dormi? Sedetevi. Vieni, siediti. Questo è il tuo posto. Prendi le tue cose. Starai qui. Lui è il vostro nuovo compagno. Giocherete insieme durante la ricreazione. Ora continuiamo la lezione. State seduti come si deve! Bene. Cominceremo con l’etica. La storia s’intitola: Un Avaro. Il sig. Grandet, che è molto ricco Giochi vive come se fosse povero. Ogni mattina dà alla sua domestica, Nanon, tutto l’occorrente per il pasto. Suo nipote è appena arrivato ed Eugénie, la figlia del sig. Grandet, vuole celebrarne l’arrivo. ‘Nanon, preparaci un pancake. ‘Ma chi mi aiuterà ad accendere il forno? ‘E con la farina o il burro?, dice Nanon. ‘Chiedi a tuo padre. Te ne darà un po’. ‘Guarda, sta andando a fare la spesa. Torna da dove sei venuto, cretino! Bada a te, stronzetto! Eccoti! Arrivi ora ma non ti trovavamo! Dov’eri? Raoul t’ha cercato dovunque. Quella maglia era nuova. Veloce, va’ a cambiarti. Vado a dormire. Va bene, mamma. Che cosa fai? Ancora non ti cambi? Muoviti! Guarda che roba! Sbrigati! Ma guardati, sei lercio! Sei sporco dovunque. Scemo! Sei impazzito?! Guarda cos’hai combinato! Va’ fuori! Fallo venire qui. Lo porto di sopra. Sei tu ad averlo chiesto. Senti che chiasso! Vuole distruggere tutto! Cos’è ‘sto casino? Che succede? Non è niente, mamma. Prendilo a schiaffi con questo. Che cosa dobbiamo fare con lui? Non è normale. Non è il caso di innervosirsi. Troveremo una soluzione. Potevo essere un falegname. A casa sapevo fare di tutto. Era il tuo lavoro? No. Lavoravo in miniera. Non lavorerei mai lì. Beh, che ti piacerebbe fare? Il meccanico. È un buon mestiere. Se proverai ancora a romperlo, ti spezzerai il piede.


Commenti