Sul posto di lavoro, Veloce Calcio › Giochi di Calcio

Sul posto di lavoro, Veloce Calcio


Sul posto di lavoro, Veloce CalcioDescrizione Del Gioco

Sul posto di lavoro, Veloce Calcio, Sul posto di lavoro, Veloce Calcio gioco, Sul posto di lavoro, Veloce Calcio gratis, Sul posto di lavoro, Veloce Calcio Giochi

Io no. Benvenuti Radio Marcia. Che gentile. Sorridi e basta. Sorridere? Come si fa? Sorridi sempre, ecco. Fai così. Ma guarda, i Greene. Gordon e Emily, vi presento Chris. Chris, ti presento Gordon e Emily Greene. Piacere di conoscerti, Chris. E’ un vero piacere. Che stretta! Piacere mio. Hai mai giocato a golf? Una volta, qualche anno fa. Ma non ero molto bravo. Gordon è stato un professionista per anni. Oh, davvero? Ormai non riesco più a muovere bene le anche. Però conosco Tiger. E’ fantastico. Meraviglioso. Gordon adora Tiger. Il migliore, non c’ è storia. Chris, vediamo come te la cavi. Questi sono Nelson e Lisa. Ciao. Quanto è bello. Sei così carino? Non male, vero Nelson? E’ vero? E’ meglio? La pelle chiara era un vantaggio negli ultimi due secoli. Ma ora è diverso. Il nero fa tendenza. Scusami, vado a fare delle foto. Va bene. Eccolo là. Mi fa piacere vedere un altro fratello qui. Ciao. Sì, certamente. Qualcosa non va? Eccoti qua. Occupati di questo. Ciao, sono Philomena. E tu saresti? Chris. Il fidanzato di Rose. Fantastico. Siete una bella coppia. Grazie. Oh che scortese, io sono Logan King. Chris mi ha appena detto che si sente più a suo agio, con la mia presenza. Bene. Logan, mi dispiace portarti via, ma i Wincotts hanno chiesto di te. Beh, è stato un piacere, Chris. Arrivederci. Ma che ? Che ignoranti. Chi? Tutti. Hanno buone intenzioni, ma non hanno idea di quello che provano le persone. Jim Hudson. Chris. Lo so chi sei. Sono un tuo ammiratore. Hai un grande occhio. Aspetta. Jim Hudson? Della Galleria Hudson? Credimi, l’ ironia di essere un mercante d’ arte cieco, mi perseguita. E come fai? Il mio assistente mi descrive dettagliatamente le opere. In te c’ è qualcosa. Le immagini che catturi sono così brutali, così malinconiche. Roba potente, credo. Grazie. Anch’ io facevo fotografie. Della natura selvaggia, più che altro. Ho chiesto di lavorare a “Nat Geo” volte prima di capire che non ero bravo abbastanza. Allora ho cominciato a vendere le opere e la mia vista è andata a farsi benedire. Lo so, la vita può essere beffarda. Prima sviluppi foto in una camera oscura, e il giorno dopo ti svegli nell’ oscurità. Una malattia genetica. La vita è ingiusta. Hai ragione, la vita è ingiusta. Vieni qua. , mi hai lasciata sola? Guarda qua. Lei ha staccato il mio caricabatterie. Chi? Georgina. Sono venuto qui per parlare con Rod, e il telefono è ancora scarico. Perché avrebbe dovuto farlo? Forse perché a lei non piace Radio il fatto che sto con te. Davvero? E’ solo un’ idea. Quindi, tu sei così affascinante che le persone ti staccano il caricabatterie? Non importa. No, aspetta Radio Non fare così Radio Scusa, è tutto a posto. Dimmi tutto, amico. E’ strano. E la gente qui Radio è come se non avesse mai visto un nero, che non lavori per loro. Fantastico. Oh merda, devo dirti una cosa. Cosa? Ieri notte mi hanno ipnotizzato. Ma che dici? Davvero, per farmi smettere di fumare. La madre di Rose è una psichiatra Radio Mi ricorda quella stronza di Iyanla Vanzant Radio (psicologa televisiva) Lei non può sistemare la mia vita. Lei non entrerà nella mia testa.


Commenti