Super Crunch Palla Tempo › Giochi di Calcio

Super Crunch Palla Tempo


Super Crunch Palla TempoDescrizione Del Gioco

Super Crunch Palla Tempo, Super Crunch Palla Tempo gioco, Super Crunch Palla Tempo gratis, Super Crunch Palla Tempo Giochi

La mia vita è solo un ammasso di inutile merda fumante, quindi dico di andare avanti. IL canyon è a duecento metri, dopo saremo alla navicella. Quindi tira fuori le palle, metti un tappo a quella ragazzina e andiamo. E’ lei il comandante. Dovremmo ubbidire a lei. Ubbidirle? Era pronta a sacrificarci tutti. Di che sta parlando? Non ci aiuterà. Durante l’atterreggio, voleva scaricarci tutti, ucciderci nel sonno. -Chiudi quella bocca. -come un lurido fardello. -Siamo già morti per te. -chiudi quella fogna! Basta. Basta! Hai espresso la tua opinione. Può capitare a tutti un attimo di panico. Quanto pesi ora? IL verdetto è: La luce continua il suo cammino. Non possiamo farcela tutti. L’hai capito solo ora? Siamo rimasti in sei. Se attraversiamo il canyon Radio perdendone solo un altro, sarà già molto. -non se quello sarò io. -E se tu fossi uno dei cinque? Ti ascolto. che cosa fanno laggiù? Discutono del canyon, suppongo. Di come attraversarlo. Sul campo di battaglia, i dottori decidono chi vive e chi muore. Quando l’ho fatto io, l’hanno chiamato omicidio. ln ogni modo, è un concetto alla tua portata. La regola del sacrificio. Spezzettiamo un corpo all’ingresso del canyon Radio come fosse un’esca viva. Pesca a traino. Abbiamo un bel po’ di corda. Trasciniamo il corpo a metri da noi. Un bel tocca di colore. Non voglio nutrirli, solo tenerli lontani da noi. -Su chi hai messo gli occhi? -Non guardare. Cristo. Ma sei impazzito? Rallentate. Lasciamo più spazio tra noi e loro. Basta con le chiacchiere. Tu uccidi la ragazzina, io tengo a bada gli altri. Non è poi così dura per te, vero? Mi chiedevo se non fosse preferibile un’esca più grande. Chi per esempio? Lasciate la slitta! Muovetevi! Andiamo! Una sola regola. Restare alla luce. Ricordati bene di quel momento. Non avresti mai dovuto levarmi le catene, Johns. Facevi tanto lo stronzo gradasso. Lo sbirro bastardo. Le catene. IL fucile. IL distintivo. Te l’avevo detto di uccidermi. Tornavate alla nave, eh? Per rimanere uniti finchè la luce si spegnerà. Sta, alla larga. Per non vedere chi vi sbranerà. -Era questo il grande piano? -Dov’è Johns? Quale metà? Ci uccideranno tutti in questo deserto. Dovevamo restare alla nave. E’ morto in fretta. Saremmo fortunati se facessimo la stessa fine. Non piangere per Johns. Non ti permettere. Punto cieco. Preghiamo insieme? Con gli altri ho già pregato. E’ indolore. E’ inutile. IL fatto che tu non creda in Dio Radio non vuol dire che lui non creda in te. Uno che ha trascorso metà della vita in galera Radio Con un morso da cavallo in bocca può non credere? Uno che è nato in un bidone della spazzatura Radio con un cordone ombelicale intorno al collo Radio può non credere? Ma tu hai capito male, sant’uomo. Io credo in Dio con tutto me stesso. E lo odio con tutto me stesso. -Lui è con noi, nonostante tutto. -Sono morti due dei tuoi ragazzi. Quanta fede hai ancora, padre? Vedo un’unica strada. Ed è questa. E’ la sola via d’uscita. Tenete la ragazzina tra di voi. E le cellule? Le prendo io. -Muovetevi. -Sei sicuro di farcela? Muovetevi! Non guardate in alto!


Commenti