Super Dondolo Di Calcio Avventura › Giochi di Calcio

Super Dondolo Di Calcio Avventura


Super Dondolo Di Calcio AvventuraDescrizione Del Gioco

Super Dondolo Di Calcio Avventura, Super Dondolo Di Calcio Avventura gioco, Super Dondolo Di Calcio Avventura gratis, Super Dondolo Di Calcio Avventura Giochi

Eden. Eden? Che ne dici se mettiamo Radio ii bosco che circonda Eden in cima alla piramide? No. Non è proprio in cima. No Radio no, non ci Radio smettila! Sme Radio Ok Radio Non fa niente. Scusa. Non fa niente. Non so che mi ha preso. Cominceremo lavorando sulle tue aspettative. Chiudi gli occhi. Senti il sedile sotto di te. Pensa come se ci stessi sprofondando dentro. Ti avvolge tutta. È una bella sensazione. Provi un piacevole calore Radio E pesantezza. Il respiro è profondo. Regolare, sereno. Ora Radio Immagina di essere a Eden. Immagina di arrivare a Eden attraverso il bosco. Dimmi che cosa vedi. Sono al ponte. È sera. Gli uccellini quasi non si sentono. L’acqua scorre senza emettere un suono. Il buio arriva presto quaggiù. Camminando, entro nel buio. I piccoli cerbiatti si nascondono tra le felci, come al solito. Camminare è difficile? No, non direi. Infatti, va quasi bene. E lì tra gli alberi Radio sul pendio Radio c’è una grande e vecchia tana di volpe Come ti senti lì? Non so dirlo veramente. Dovrebbe essere facile passare, eppure è come camminare nel fango. Il tronco è spesso. L’albero marcisce lentamente. E ha uno strano tipo di personalità. L’ho sempre sentito. E adesso, dove sei? Stai andando verso la casa? Sì, esatto. Sto andando su per il sentiero, attraverso l’erba alta. Non entrare. Non entrare. È l’esterno che ti fa paura. Ora guardati intorno. No Radio sdraiati sull’erba. Vuoi che mi sdrai? Sdraiati sull’erba. Sulle piante? Sì, sdraiati sulle piante. Sei sdraiata? Sì. Bene. Che cosa vedi intorno a te? Verde. È tutto molto verde. Bene. Ora farai quello che ti chiedo? Sì. Che cosa vuoi che faccia? Voglio che ti sciogli nel verde. Non opporti, diventa verde. Qualunque cosa succeda, sei stata lì, ce l’hai fatta. Lascia arrivare la paura, se vuole. Ricorda: ciò che la mente può concepire e credere, lo può raggiungere. Che hai? Il terreno brucia. Il terreno non brucia. Dobbiamo andare. Mi voglio sdraiare, solo un minuto. Certo. Sì, riposiamoci. Capitolo due: Sofferenza (il caos regna) Non dovremmo andare avanti? Sì. Sì, dovremmo. Resisti. Non cedere. So che fa male. Resisti, non cedere! Sono solo quelle stupide ghiande. Che stai facendo? Niente, sto preparando un piccolo esercizio. È una specie di gioco. Hai barato ieri. Scappare non vale, devi sentirla davvero l’erba. Camminerai da questa pietra a questa pietra. Fa paura, eh? Sei pronta? Vieni, ti do un passaggio. Ti porto alla prima pietra. Non cedere. Ci siamo. Metti il piede a terra, Ti tengo, sono qui con te. Non ce la faccio. Sì che ce la fai. Puoi farcela e ce la farai. Come ce la farò io. Cammineremo insieme, ok? Allora, ci siamo, respira. Sì, scendi dalla pietra. Devi camminare sull’erba. Dai, scendi. Visto? Che è successo? Niente. Continua a respirare. Ti tengo io. Stai andando benissimo, vedi? Respira. Cinque, cinque e cinque. Sei quasi arrivata, brava. Brava. Ci siamo, ci siamo! Ecco qua. Ce l’hai fatta. Hai imparato qualcosa. È così? Sei stata bravissima. Sei stata bravissima. Mi manca terribilmente. Ho già avuto paura quassù. Sì, è plausibile.


Commenti