Super Euro Calcio Libero Tempo › Giochi di Calcio

Super Euro Calcio Libero Tempo


Super Euro Calcio Libero TempoDescrizione Del Gioco

Super Euro Calcio Libero Tempo, Super Euro Calcio Libero Tempo gioco, Super Euro Calcio Libero Tempo gratis, Super Euro Calcio Libero Tempo Giochi

Mi sposai a anni Radio dalla parte della famiglia di mio padre. Dopo quello Radio dopo la mia storia finisce. Per tutti questi anni, mio marito non mi ha mai fatto vedere mia madre. Non so come stia oggi. Anche adesso Radio non riesco a vederla. So che presto arriveranno a casa sua. Beh, Allah Rakhi e’ un bel nome. Allah Rakhi? Andiamo. E’ mattina. Zaibu? Alzati, amore. Dai. Il sole sorgera’ presto. Vieni. Oh, amico mio Radio Benvenuto, fratello mio. Come stai, Zarak? Come stai? Io sto bene. E tu? Tutto bene? La pace sia con voi. Lui e’ l’amico di cui stavo parlando. Benvenuti, ora non dovete piu’ preoccuparvi di niente. Qui vi proteggeremo. Grazie. Venite. Va bene, allora i miei ragazzi hanno riportato il tuo pullman sano e salvo. Come posso ringraziarti, amico? Scordatelo, Kabul. Sono io quello in debito. Hai lasciato la guerra, ma sembra che lei non ti abbia mai lasciato. Mamma? Mamma! Mamma! Zaibu? Zainab? Zainab? Cosi’. Cosi’, e poi questo. Prima tiri questo e dopo prendi quest’altro. Non funziona bene. Tiriamoli insieme. Non si gioca cosi’. Ti sto facendo vedere un nuovo gioco. Continua. Allora Radio Dormito bene? Troppo, credo. Qui e’ cosi’ tranquillo. E cosi’ bello. Infatti. Vuoi fare una passeggiata? Va bene, lei stara’ bene. Andiamo. Zaibu, stiamo andando a fare una passeggiata qui vicino. Non andare da nessuna parte, va bene? Che fiume strano, vero? Meta’ di un colore e meta’ di un altro. La storia di questi fiumi, e’ la storia di due amanti. C’era un uomo di nome Kabul, e una donna chiamata Sindhu. Kabul viveva in cima alla montagna. E su un’altra montagna, molto lontano, viveva Sindhu. Appartenevano a due tribu’ nemiche. Si’? Kabul amava suonare il flauto. Le sue melodie avevano una qualita’ ipnotica. Quando Sindhu ascoltava il suono del suo flauto, spesso gli canticchiava un motivo. Quando Kabul la senti’ cantare, si innamoro’ di lei. E poi, sai Radio come passarono i giorni, il loro desiderio crebbe Radio La loro passione latente nell’oscurita’ della notte. Poi cosa accadde? Poi Kabul decise Radio che doveva andare a mettere fine alle ostilita’.


Commenti