Super Grande Coppa Libertadores › Giochi di Calcio

Super Grande Coppa Libertadores


Super Grande Coppa LibertadoresDescrizione Del Gioco

Super Grande Coppa Libertadores, Super Grande Coppa Libertadores gioco, Super Grande Coppa Libertadores gratis, Super Grande Coppa Libertadores Giochi

Mando’ il suo messaggero a chiedere Sindhu in sposa. E’ cosi’? Ma l’uomo che fu mandato Radio l’amicizia Radio Il suo corpo fu rimandato a pezzi. Si riaccese una fiamma di odio, e di sangue versato da entrambe le parti. Con dispiacere, Kabul inizio’ a suonare il suo flauto. La sua musica era cosi’ triste, cosi’ triste che Sindhu inizio’ a piangere. Piangeva, piangeva Radio finche’ divenne un fiume di lacrime e salto’ fuori dalla sua montagna. Scorrendo giu’ sui pendii erbosi, divenne il fiume verde, l’Indo. Questo? Si’. Quando Kabul lo vide, salto’ dalla sua montagna, e in questa valle macchiata di sangue, anche lui divenne un fiume di sangue. Divenne il Kabul. Dopo chilometri di separazione, finalmente gli amanti si incontrano nella congiunzione dei fiumi. Il nostro capo senza timore, Ghorzang Khan. Ci ha gia’ aiutati nel momento di bisogno. E’ il pugno di ferro che ci salvera’ da questi problemi Radio Sher Khan? Si’? Chi ti ha chiamato laggiu’? Era per un’emergenza. Sher Khan, sto chiedendo chi ti stava chiamando. Mio fratello maggiore. Tuo fratello maggiore? Abbiamo bisogno di persone senza timore per rimuovere questa gente. Qualcuno che vincera’ la guerra per noi. Un leone e’ sufficiente per scacciare gli sciacalli. E quel leone senza timore e’ Ghorzang Khan! Un leone e’ sufficiente per scacciare gli sciacalli. E quel leone senza timore e’ Ghorzang Khan! Questo non e’ un gioco. Che cos’e’? Questo? No, questa. Niente, solo una vecchia ferita. Perche’ queste ferite lasciano le cicatrici? Forse se non le curi bene, allora restano le cicatrici. Ti fa male? Si’, quando la ferita era fresca, faceva molto male. Anche mamma e’ stata ferita. Davvero? Come fai a saperlo? Lo so e basta. Tua mamma Radio la sua ferita Radio guarira’. Guarda la mia. Toccala. Su, toccala. Vedi che non fa niente? Il tempo, guarisce ogni cosa. Quindi se ti colpisco qui, non senti nessun dolore? Quando l’ho detto questo? Ti ho scoperto. Sei una bambina monella. “Ti ho scoperto.” Vieni, Zaibu. Diamo da mangiare alle galline. Promettimi che mi insegnerai ad usare questa. Solo se tua madre dice di si’. Dai, mamma, di’ di si’. Andiamo. Mamma Radio Mi avresti uccido davvero? Cosa vuoi dire? Mi hai puntato una pistola alla testa, ricordi? Stavo solo facendo finta. Come potrei mai ucciderti? Non sopporto neanche di vederti un graffio addosso. Tu sei la mia bambolina, la mia vita. Tu mi hai mentito! Quando ti ho mentito? Mi avevi detto che qui avrei trovato il mio principe. C’e’ qualche principe? Non c’e nessuno qui. Voglio andare a casa. Si’? Mamma? Allah Rakhi, sei tu? Stai bene? Dov’e’ Zainab? Sta bene? Sta bene. Stiamo bene entrambe. E’ passato tanto tempo da quando sentivo la tua voce. E Zainab dev’essere cresciuta. Ascoltami. I suoi uomini ti stavano cercando. Non ti risparmieranno. Sta’ attenta, eh? Non preoccuparti per noi. Mamma, ho bisogno di vederti. Dobbiamo vederci da qualche altra parte. La nostra casa non e’ sicura. Abbi cura di te, figlia mia. Stavo pensando che Radio dovrei vedere mia madre. Sai, a Lahore Radio tutto puo’ succedere. Se ti prendono


Commenti