Tenere la Palla Tempo › Giochi di Calcio

Tenere la Palla Tempo


Tenere la Palla TempoDescrizione Del Gioco

Tenere la Palla Tempo, Tenere la Palla Tempo gioco, Tenere la Palla Tempo gratis, Tenere la Palla Tempo Giochi

lasciato l’isola e che viva ancora con Vera Kant. La gente ha visto ombre nella casa. Tracce nella neve. Ciao. Ciao. Pensavo fossi andata a Göteborg. No, sono rimasta. Starò qui per un paio di giorni. Bene. Entra pure. Sono in piedi dalle quattro di stamattina. Un uomo assai anziano è scomparso sulla piana calcarea. Ho partecipato alla ricerca e ho coordinato la protezione civile. L’hanno trovato? No, non ancora. E presto sarà troppo tardi. Le notti sono sempre più fredde. Vuoi un caffè? No, grazie. Vorrei eliminarlo. Ieri è stato tutto così veloce. Sì, ho pensato volessi rimanere un po’ da sola con Gerlof. È stato per il sandalo. Capisco. L’ho mandato al laboratorio. Vedremo cosa ci dicono. Non dobbiamo aspettarci troppo. Ma qualcosa potrebbe dirci. E io ho il tuo numero. Ti chiamerò se scopro qualcosa. Sì. Beh, vado, allora. Arrivederci. Una cosa sola. Ieri sera ero fuori… e credo di aver visto una luce nella casa di Vera Kant. Credevo che fosse disabitata. Si, è vuota dagli anni ‘. Forse ti sei sbagliata. Sì, forse. Ciao. Mi chiedevo se ti va di venire a cena con me stasera. Se non hai altri impegni. Va bene. Poliziotto assassinato Jens scompare nella nebbia Fu nel . Sandali Morte di ERNST incidente? Ciao. Ciao, entra. Ho comprato delle uova da Lambert, al posto dei fiori. La storia è finita e se ne è andata pochi anni fa. Eravamo… Sì, insomma, eravamo abbastanza diversi. Ma… siamo rimasti insieme per quasi otto anni. Lei aveva avuto due figli prima. Pontus e Maja. Oramai sono grandi. e anni. Ragazzi meravigliosi. A volte ancora ci sentiamo. Mi sarebbe piaciuto diventare padre. Sarebbe stato divertente. E tu? No, solo brevi relazioni. Di poco conto. Non sopportavo l’idea di avere un altro figlio. Può sembrare strano, ma mi sembrava un tradimento. A volte mi chiedo come sarebbe se fosse vivo. Avrebbe compiuto anni ad aprile. Potrebbe avere un buon lavoro e magari una fidanzata. Forse un giorno comparirà alla porta. Sai cosa penso? Penso che il modo migliore per uscire da un dolore così profondo… sia andare avanti senza più voltarsi indietro. Sì, forse è così. Ci ho provato. Ma non è per niente facile. No. In un certo senso, siamo molto simili, io e te. Da soli. E ognuno con una profonda tristezza. Ma c’è una differenza. Io l’ho accettato. È successo. Mio padre è stato ucciso. Ma non è stato lo stesso per te. La differenza è che non so cos’è successo. Non lo so. No… Mi puoi chiamare un taxi? Sarebbe costoso, a quest’ora… devono venire da Borgholm. Ma se vuoi, puoi… Puoi dormire qui. Chiudi la porta e lascia la chiave sotto il tappetino Pronto? Sono Gerlof Davidsson. Ho ricevuto il sandalo del ragazzo per posta. E penso che sia stato tu a spedirlo. Pronto? Pronto? Ufficiale trovato morto, continua la ricerca dell’assassino. Niels maggio Ma che? C’è qualcuno qui? Rispondi, se ci sei! Che cosa ci fai qui? Cosa? Sei ferita? No, no, è tutto a posto. Ma qualcuno ha scavato nel seminterrato. Cosa? Ciao. Ciao, Gerlof. Ovviamente hai convinto tua figlia che Nils Kant è vivo… e che vive qui nella vecchia casa di Vera Kant.


Commenti